BLACK BAZAR

16.00

Autore: MABANCKOU ALAIN
Editore: 66THA2ND
Collana: BAZAR
ISBN: 9788896538081
Pubblicazione: 29/04/2010

1 disponibili (ordinabile)

COD: 9788896538081 Categoria:

Descrizione

Il Sederologo si aggira affranto per rue Saint-Denis, Chàteau-Rouge, dove il melting pot – un bazar nero di razze, lingue, stili, musiche, danze – sembra una diaspora africana in miniatura: congolesi, ivoriani, camerunensi, maghrebini e antillani ovvero ‘i negri albini’, j’accuse vivente ai neri d’Africa che li vendettero come schiavi. Tutti insieme a riempire condomini e bar chiassosi come il Jip’s. Esule della Repubblica del Congo, raffinato dandy, cultore della scienza dei sederi – dimmi come cammini e ti dirò chi sei -, membro della Società dei Sapeur – i neri che amano vestire bene perché anche ‘se l’abito non fa il monaco, è comunque dall’abito che si riconosce il monaco’ -, il Sederologo è stato piantato dalla donna per l’Ibrido, un primitivo suonatore di tam-tam in un gruppo che non conosce nessuno. Il Sederologo, fedele alter ego dell’autore, ricorre allora alla scrittura tormentata, diaristica, colorita – per attutire il dolore dell’abbandono, la delusione della paternità sfumata. Mabanckou, con umorismo e ironia, mescola finzione e ricordi autobiografici per dire la sua sulla condizione dei neri nella Francia di oggi, specchio di un’integrazione progredita ma difficile: neri divisi come in patria e senza leadership, scettici sull’Unione Africana, ma sempre e comunque fratelli.